Biografia di Nick Becattini

“Uno dei maggiori talenti della chitarra blues in Italia.”  Marco Longhi

“Stupefacente e memorabile… un cuore grande come il mondo.” Enrico Lazzeri
“Nick Becattini saisit sa Gibson 335 de 1966. MITHIQUE.” J.J. Sarciat

Nick Becattini biografia

Nick Becattini è un vero talento della chitarra Blues.
Chitarrista, cantante, autore, band leader e didatta, dopo una lunga carriera suonando Blues un po’ ovunque, Nick nel 2020 propone il suo ritorno discografico “Lifetime Blues” per Saifam Group, complice una band stellare. Subito grande successo, ecco cosa ne dicono:

“Lifetime Blues conferma tutta la bravura e l’eclettismo di Becattini. L’album scorre via veloce. Feeling e livello qualitativo tenuto alto in ogni brano.” Antonio Spanò Greco
“Tra i migliori album dell’anno! Un disco bellissimo. Un grande artista.” Gianni Beraldo
Strabiliante, mi è piaciuto moltissimo.” Bibo Verda
“Davvero tanta, ma tanta roba. Silvano Martini
“Ogni chitarra sacrificherebbe il proprio legno per essere suonata così.” Lorenz Zadro
“Sono giorni che ascolto questo disco, è veramente bello. Bravo. Nicola Olivieri
“Fra i migliori artisti blues italiani contemporanei.” Sergio Mancuso
Consacrazione nell’olimpo delle sei corde.” Luigi Scardigli
“Nick Becattini ha fatto un capolavoro. Giuseppe Balsamo
“Guagliò Accattatvil” Frankie J. Caruso
“Grande album! Intenso, moderno, splendidamente suonato. Band stellare!” Doc Vintani

Nick Becattini biografia

Un pò di storia

Nick nasce a Pistoia il 21 agosto 1962. Inizia gli studi fine anni settanta con Maurizio Ferretti poi frequenta i seminari di Siena Jazz con Tommaso Lama e successivamente studia a Chicago con Motoaki Makino. Ma la sua vera formazione avviene suonando incessantemente sui palchi europei e statunitensi oltre all’ascolto di innumerevoli dischi e concerti. Inoltre ha l’opportunità di sentire, conoscere e talvolta suonare con le grandi star che intervengono al Pistoia Blues Festival dagli anni ‘80.
Da assiduo frequentatore del Pistoia Blues Festival inizia a farsi notare con band locali, la Tobia Blues Band e la Traintime BB. Poi il primo grande salto: inizia la brillante esperienza con la band milanese Model T Boogie chiamato da Giancarlo Crea, amico e mentore (1986/1990), con i quali pubblica due vinili “cult”, “Really The Blues” (1986) e “Born To Get Down” (1989); colleziona apparizioni in tutti maggiori Blues Festival italiani, articoli sul mensile romano “Chitarre”, sulla stampa specializzata “Il Blues” e “Feeling Good” ed effettua concerti a fianco di Albert King, Johnny Copeland, Phil Guy, Zora Young, Deitra Farr.
A questo punto Nick vola, si trasferisce per un lungo periodo a Chicago (1990/1993), dove viene subito ingaggiato da Son Seals, con il quale suona ai Festival di Chicago, Ann Arbour, Detroit, New York, Parigi, Eucassiness… Inoltre effettua tournee negli States ed in Europa suonando in club prestigiosi: Village Gate, Garage Wash, B.L.U.E.S., Buddy Guy’s Legend, Wise Fools, Rosa’s… Nella Windy City inoltre collabora con Otis Rush, Sunnyland Slim, Sugar Blue, Lucky Peterson, Billy Branch, Lurrie Bell, Buddy Scott e molti altri.

nick becattini

Nel 1993 torna in Italia e si aggrega ai Blues Harbour di Mimmo Mollica. Lavora poi per un anno con l’Agenzia Blues “Feeling Good” di Tano Ro al fianco di Keith Dunn, Sharon Clarke, Linda Young, Doug Jay. Poi partecipa all’album “Live at Campanile” con Ollie Nightingale, Alberto Marsico e Davide Dal Pozzolo.

Nel 1994 fonda il proprio gruppo: Nick Becattini & Serious Fun con il quale inizia serrate tournee in tutta Italia. Pubblica dapprima un album in studio omonimo “NB&SF” (1995), nominato da Musica Jazz come miglior gruppo dell’anno e poi un live, “Funky People – Live!” (1997).
Nel 1998 esce il suo secondo album in studio “Unleaded” per Club de Musique, definito “album caposaldo del blues italiano”.

Poco dopo cambia il nome promozionale semplicemente in Nick Becattini, con una band sempre caratterizzata dalla presenza di grandi musicisti. 

Nick Becattini biografia

Nel giro di pochi anni si impone all’attenzione della critica e del pubblico blues italiani, effettuando continue tournee in Italia ed Europa, collezionando preziose collaborazioni, quali Carey Bell, Andy J. Forest, Lannie Mc Millan, James Thompson, nonché apparizioni televisive, radiofoniche, tournee e partecipazioni ai più importanti festival blues italiani ed europei.
Nel contempo collabora per un decennio con la cantante di Chicago Peaches Staten, insignita del titolo Chicago Blues Hall of Fame, con gli album “Nick & Peaches Live at Blue Sun” (2000) e “Time Will Tell” (2004) per Slang Music.
In questo periodo organizza con la sua prima moglie viaggi turistici a Chicago “Blues fra Amici”.
Durante questi viaggi collabora con Carl Weathersby, Pinetop Perkins…
La carriera artistica continua con la collaborazione con la cantante fiorentina Caterina Vichi, incidono insieme “Uffizi blues” (2000) e preparano un progetto di pop italiano Nicotina.
Contemporaneamente continua con la sua passione principale il blues: esce “Pistoia Blues” (2003) per la Bluesin’ Records, il suo terzo album in studio da solista, un lavoro che contiene tutti brani originali.
Nel 2009, dopo un nuovo matrimonio e la nascita dei figli, ritorna con un nuovo gruppo ed un
nuovo album “Nick Becattini & the Nickettes”. La band vede la presenza di tre formidabili coriste Dona Pellegrini, Cristina Salotti ed Indra Bocchi.
Nel 2013 tramite Gianluca Di Maggio di Trasimeno Blues inizia la collaborazione con la cantante Ty Leblanc, con la quale escono due splendidi lavori: “Leblanc” (2013) prodotto dallo stesso Di Maggio, con Pippo Guarnera e Vince Vallicelli, ed un live con la NB Band “Blues Shadows” (2014).

Sempre al Trasimeno Blues Festival partecipa nel 2013 all’evento “Italian Blues Legends” con Fabio Treves, Roberto Ciotti, Paolo Bonfanti, Pippo Guarnera, Guitar Ray.
Dopodiché ci sono anni di intensa collaborazione con lo staff dell’Associazione Bluesin’, sia come didatta nelle PTB Clinics, sia molte volte come protagonista sul palco del Pistoia Blues Festival con la propria band. Nick Becattini ha partecipato al Pistoia Blues Festival una quindicina di volte, sia come band leader sia come ospite di grandi Bluesman, da Albert King a Son Seals, da Peaches Staten a Ty Leblanc, da Angelo ‘Leadbelly’ Rossi ad Andrea Braido.

Dal 2018 fonda la Nick Becattini Blues Academy, una piattaforma didattica che produce corsi di formazione musicale di grande successo: le “Jammin’ Class”.
Nel 2020 c’è un grande ritorno discografico a suo nome: “Lifetime Blues”, per Saifam group, che riscuote unanimi consensi: trionfalmente accolto come “miglior album dell’anno”.

Videoclip su Youtube: (video)
“You’re The One For Me”, “Space in Between”, “The Sky Is Crying”, “Lovin’ Time Again”, “The Turning Point”, “Serious Boogie”, “Anema e Core”, “Sadie”, “Ain’t Nobody’s Business”, “Lovin’ You”, “Dondo Dondo Rap”.

Blues Festival:
Chicago Blues Festival: 2001. Pistoia Blues: 15 partecipazioni dal 1986, al 2017. New York, Ann Arbour, Detroit, Milano, Torino, Genova, Sestri Levante, Palermo, Gorizia, Nave, Cagliari, Aosta, S. Gallen, Zurich, Bulle, Rapperswill, Narcao, Alcamo, Catania, Reggio Calabria, Trieste, St. Gely, Eucassines, Paris…

Collaborazioni live on stage:
Son Seals, Albert King, Buddy Scott, Melvin Taylor, Jimmy Johnson, Willie Kent, Louis & Dave Myers, Eddie C. Campbell, Fenton Robinson, Magic Slim, Zora Young, Deitra Farr, Shay Jones, Beverly Watson, John Littlejohn, Johnny B Moore, Big Moose Walker, Sunnyland Slim, Ray Killer Allison, Michael Coleman, John Primer, Steve Freund, Tad Robinson, Elvin Bishop, Ollie Nightingale, Lannie Mc Millan, The Memphis Horns, Carl Weatherby, Eddie Clearwater, Byther Smith, Kay Foster Jackson, Giancarlo Crea, Dario Lombardo, Massimo Pavin, Lucky Luciano Gherghetta, Sergio Montaleni, Dr. Faust, Alberto Marsico, Joe Galullo, Egidio Juke Ingala, Paolo Bonfanti, Gnola, Jenny B., Herbie Goins, Rudi Rotta, Enrico Crivellaro, Tolo Marton, Fabio Treves, Roberto Ciotti, Marco Limido, Guido Toffoletti, Blue Stuff, Nine Below Zero, Sax Gordon, Andy J. Forest, Riccardo Onori, Angelo Rossi, Max De Bernardi, Maurizio Geri, Toro Trisciuzzi, Leo Boni, Freddy Bertelli, Andrea Ranfagni, Gianna Chillà, Arianna Antinori, Dona Pellegrini, Cristina Salotti, Indra Bocchi, Michele Papadia, Ana Popovic, Eliana Carnelutti, Rick Hutton, Keki Andrei, Enrico Cecconi, Anacleto Orlandi, Renato Marcianò, Luca Nardi, Mimmo Mollica, Peewee Durante, Davide Malito, Dimitri Grechi Espinoza, Carlos Perez, Daniele Nesi, Vince
Vallicelli, Pippo Guarnera, Pietro Taucher, Antonio Masoni, Janko Giovannini, Mario Marmugi, Loris De Checchi, Valentina Bartoli, Cris Pacini, Carmine Bloisi, Beppe Semeraro, Ruben Minuto, Stefanie Ghizzoni, Max Lazzarin, Luca Giordano, Emiblues…

Nick Becattini biografia

Discografia Videografia Partecipazioni

Album
2020 – “Lifetime Blues” – (Saifam Records)
2016 – “Lovin’ You”, “Keep You Flying” singoli
2014 – “Blues Shadows” – Nick Becattini Band con Ty Leblanc
2013 – “Leblanc” – con Ty Leblanc, Nick Becattini, Pippo Guarnera, Vince Vallicelli, Leon Price
2009 – “Nick Becattini & the Nickettes”
2003 – “Pistoia Blues” – (Bluesin Records)
2001 – “Live at Blue Sun” – Nick Becattini & Peaches Staten
2000 – “Uffizi Blues” con Caterina Vichi
1998 – “Unleaded” – (Club de Musique)
1997 – “Funky People – Live!”
1995 – “Nick Becattini & Serious Fun feat. Keith Dunn” – (Saar Records)

Videografia
2021 – “You are the one for me” – su Youtube
2020 – “Space In Between” – su Youtube
2020 – “Lovin’ Time Again” – su Youtube
2020 – “Serious Boogie” su Youtube
2020 – “The Turning Point” – su Youtube
2020 – “Anema e Core” – su Youtube
2020 – “O Bella Ciao” – sul Quotidiano Il Tirreno on line
2019 – “Sadie” – su Youtube
2019 – “Ain’t Nobody’s Business” – su Youtube
2018 – “The Sky Is Crying” – su Youtube
2004 – “Blues a teatro” – DVD

Partecipazioni
2018 – “Eclectic Blues” di Vallicelli, Maguire – guitar solo su “Lullaby for Virginia”
2017 – “The Blues Masters an Italian Tribute” – AA.VV. Nick Becattini con “Cadillac Assembly Line” – Blues Made In Italy
2017 – “Perle d’Appennino” di Maurizio Geri – Guitar solo su “La Via del Ferro”
2016 – “Muddy Waters” – Nick Becattini Band per Pistoia Blues Clinics – Serie didattica
2016 – “Etta James” – Nick Becattini Band per Pistoia Blues Clinics – Serie didattica
2015 – “B.B. King & Memphis Sound” – Nick Becattini Band per Pistoia Blues Clinics – Serie didattica
2015 – “Robert Johnson & Delta Blues” – Nick Becattini Band per Pistoia Blues Clinics – Serie didattica
2011 – “Chi sono io” di Dona Pellegrini – guitar solo su “Primo Maggio”
2010 – “I Colori Dei Bambini” – AA.VV. con Nick Becattini “Dondo Dondo Rap”
2009 – “Va Partigiano” – con Maurizio Geri e Nick Becattini, sigla finale del documentario “Sentieri di Libertà” di Lucia Vannucci
2008 – “Away This Time” di Jimi Vistoli – guitar solo su “Mr. President”
2006 – “Time Will Tell ” di Peaches Staten con la Nick Becattini Band, feat. Sugar Blue
2005 – “Pistoia Canta Guccini” – AA.VV. con Nick Becattini “Canzone di Notte #2”
2003 – “Obiettivo Bluesin’ 2003” – AA.VV. con Nick Becattini “Pistoia Blues”
2002 – “Frontiere dell’Anima” – di Giuseppe Bruni AA.VV. con Nick Becattini “Sierva Maria”
2002 – “Blues Sounds Good” – AA.VV. Con Nick Becattini “Goodbye Baby” – Crotalo Records
2001 – “Alligator Records 30th Anniversary Party” – AA.VV. con Son Seals Band feat. Elvin Bishop & Nick Becattini “Sadie” Live Chicago Blues Fest
2000 – “Omi Green Station Live!” – AA.VV. con Nick Becattini “Heavy Love”, Nicotina “Voglio Te”
1998 – “Un Blues Per Paolo” AA.VV. con Nick Becattini “Hey Joe”, “Bad Love”
1998 – “2120 Michigan Ave Chicago, Italia” AA.VV. con Nick Becattini “That’s Alright” – Il Popolo del Blues
1998 – “Blue Flame In Aid Of Amazonian People” AA. VV. con Nick & Peaches “Breaking Up Somebody’s Home”, Rock Me Baby”
1993 – “Live In Campanile” di Ollie Nightingale
1990 – “The Next Blues Generation” di Mimmo “Wild” Mollica con Danny North
1989 – “Born To Get Down” di Model T Boogie
1987 – “Really the Blues” di Model T. Boogie feat. Nicola Becattini

Nick Becattini biografia